Giovan Lorenzo Bernini

Apollo e Dafne


David


Transverberazione di santa Teresa d'Avila


Ratto di Proserpina


Baldacchino di San Pietro


Enea, Anchise e Ascanio


Estasi della beata Ludovica Albertoni


Nettuno e Tritone


Anima Dannata


Busti di Scipione Borghese


Sepolcro di Alessandro VII


Capra Amaltea


Fontana delle Api


Medusa


Busto di Costanza Bonarelli


Bust of Louis XIV


A Faun Teased by Children


Truth Unveiled by Time


San Sebastiano


Anima beata


Obelisco della Minerva


Ermafrodito dormiente


Busto di Papa Gregorio XV


Equestrian Statue of King Louis XIV


Statua di San Longino


Angel with the Crown of Thorns


Charity with Four Children


San Lorenzo sulla graticola


Busto del cardinale Richelieu


Bust of Gabriele Fonseca


Corpus


Memoria a Maria Raggi


Bust of Francesco Barberini


Busto del Salvatore


The Vision of Constantine


Santa Bibiana


Angel with the superscription


Bust of Thomas Baker


Bust of Giovanni Vigevano


Cattedra di San Pietro


Bust of Carlo Antonio del Pozzo

Giovan Lorenzo Bernini (Napoli, 7 dicembre 1598 – Roma, 28 novembre 1680) è stato uno scultore, architetto, pittore, scenografo, urbanista, commediografo e attore[3] italiano. È considerato il massimo protagonista della cultura figurativa barocca. La sua opera conobbe un clamoroso successo e dominò la scena europea per più di un secolo dopo la morte[4]. L'influenza di Bernini sui contemporanei e sui posteri fu di enorme portata.


Contatore siti