FILIPPO LIPPI

Madonna di Tarquinia


Annunciazione


Lippina


Incoronazione Maringhi


Adorazione del Bambino di palazzo Medici


Ritratto di donna con un uomo al davanzale


Annunciazione di palazzo Barberini


Sette santi


Pala Barbadori


Annunciazione Martelli


Madonna del Ceppo


Tondo Bartolini


Conferimento della regola del Carmelo


Madonna della Cintola


Pala del Noviziato


Madonna Trivulzio

Fra Filippo di Tommaso Lippi (Firenze, 1406 circa – Spoleto, 9 ottobre 1469) è stato un pittore italiano. Fu, con Beato Angelico e Domenico Veneziano, il principale pittore attivo a Firenze facente parte della generazione successiva a quella del Masaccio. Dopo un periodo iniziale, di stretta aderenza masaccesca, pur arricchita di spunti tratti dalla vita reale, come nelle opere coeve di Donatello e Luca della Robbia, Lippi si orientò gradualmente verso uno spettro più ampio di influenze, che comprendeva anche la pittura fiamminga. In seguito il suo stile si sviluppò verso una predominanza della linea di contorno ritmica su tutti gli altri elementi, con figure snelle, in pose ricercate e dinamiche, su sfondi scorciati arditamente in profondità. Il suo stile, nell'età laurenziana, divenne predominante in area fiorentina, costituendo le basi su cui pittori come Botticelli cocrearono il proprio stile.


Contatore siti