Egon Leon Adolf Schiele

Portrait of Wally - 1912


Portrait of Schiele's wife - 1915


Sitting Woman with Legs Drawn Up - 1917


Death and the Maiden - 1915


Self-Portrait with Black Vase and Spread Fingers - 1911


Sitzender weiblicher Akt - 1914


Setting Sun - 1913


House with Shingles - 1915


Four Trees - 1917


Standing Male Nude with a Red Loincloth


Standing Girl in a Plaid Garment


elf Portrait with Arm Twisting above Head


Portrait of Leopold Czihaczek


Umarmung (Liebespaar II) - 1917


Harbor of Trieste - 1907


Portrait of the Painter Anton Peschka

Egon Leon Adolf Schiele, meglio conosciuto come Egon Schiele (Tulln an der Donau, 12 giugno 1890 – Vienna, 31 ottobre 1918), è stato un pittore e incisore austriaco. Pupillo di Gustav Klimt, Schiele è stato uno dei maggiori artisti figurativi del primo '900, nonché esponente assoluto del primo espressionismo viennese assieme ad Oskar Kokoschka. La vita di Egon Schiele è circondata da un'aura mistica: talento precoce, muore alla giovane età di 28 anni. Nonostante la breve vita, il suo corpus di opere è impressionante: circa trecentoquaranta dipinti e duemilaottocento tra acquerelli e disegni[1].


Contatore siti