Paolo Caliari detto il Veronese

Nozze di Cana


Cena a casa di Levi


La famiglia di Dario ai piedi di Alessandro


Lucrezia


Mars and Venus United by Love


Venere e Adone


Allegory of Virtue and Vice


Trionfo di Venezia


Ritratto di Daniele Barbaro


Allegoria della battaglia di Lepanto


Cena in casa di Simone


The Beautiful Nani


Pala Bevilacqua-Lazise


Het visioen van de Heilige Helena


The Conversion of Mary Magdalene


Petrobelli Altarpiece


La Cena di San Gregorio Magno

Paolo Caliari detto il Veronese, figlio di un certo Gabriele, scalpellino (spezapreda, letteralmente spezzapietre nel dialetto locale), assunse il cognome Caliari probabilmente nel 1555 (anno in cui per la prima volta egli si firma così in una lettera). La sua formazione si svolse nella natia Verona, ma di grande rilievo per gli influssi che ebbero sulla sua arte e sulla sua carriera furono anche le giovanili esperienze fatte prima nel trevigiano e poi a Mantova, presso la corte dei Gonzaga. In seguito si trasferì a Venezia, ove divenne noto come "Il Veronese", e dove dal 1556 risiedette pressoché stabilmente fino alla morte, ottenendo notevoli successi sin dall'inizio della sua permanenza lagunare.


Contatore siti