Remember Siena

 

Il 31 ottobre del 1990,
con molta tristezza,
fu accompagnato alla stazione di Siena,
il supervicecapoufficio anziano:
Giampiero Labbate.
Il suo amico più caro, il Direttore Bic,
si fece in due per condurlo in fretta a destinazione;
era con le lacrime agli occhi, anzi agli occhiali.
Un silenzio di morte (beh, tocchiamo ferro)
calò su Siena,
si fece buio,
l'amico cercò di trattenerlo,
ma non si capì bene se a Siena o sul treno.
Tutti piansero,
impiegati più o meno obesi,
direttori più o meno direttori,
piansero cani e cacciatori,
il favoloso team Costone
fece un minuto di silenzio (trattenendo le lacrime di gioia),
le moltissime amiche
avrebbero voluto seguirlo,
chissà perché!!!
Tutti dissero, gridando ed invocando:
"ritorna".
Con voce tonante, alta tre/ottave,
l'infelice molto vicecapoufficio anziano
(molto vice e molto anziano)
rispose: PROBABILMENTE.
Qualcuno,
attualmente ancora ricercato dalla Digos,
sabotò il treno.
Chissà perché!!!