Sogno n. 1

 

Sognai vasti prati in fiore
e lei accanto
che tenendomi per mano
correva gioiosa.
Sognai un'immensa folla
di negri e di bianchi
abbracciarsi piangendo.
Sognai
che tutte le armi del mondo
venissero distrutte.
Sognai
Dio che respinge Satana
nel pių oscuro inferno
per rendere l'uomo libero
ed ero felice.
Al risveglio
sentėi sulle labbra
la dolcezza del sogno
ma niente era vero.
La pace mancava sul mondo
dove solo le armi
sostenevano il potere,
la legge,
una parola priva di significato
ed il peccato dilagava nell'uomo
in attesa del ritorno di Dio.
Io...
io ero solo nei prati.