CANZONE N. 8

 

Tutto bene
quel che finisce bene,
il nostro uomo
forse
l'ha fatta franca,
ha sudato un po'
e si allontanato
nell'infinito dei ricordi,
ricordi che voi
avete percepito,
lui
l'uomo qualunque
non diverso da voi,
mangia, ingrassa,
si dispera,
piange quando viene sera,
fa la voce grossa
poi non trova le parole,
sono sempre l
ad andarle a cercare...
sulla punta della lingua
ma non vanno
dove devono andare,
purtroppo
a parlare d'amore
non sempre ci si riesce
quando non lo si sa fare.
Gli ingredienti
sono sempre gli stessi,
un pizzico di questo
un pizzico di quello
una donna
un uomo e poi
una barriere invisibile
difficile da superare,
a volte si sbaglia
si cade
ci si fa male,
altre volte
e' facile
come bere un bicchiere
d'acqua,
altro luogo comune,
tutto qui
ma se manca l'acqua ?
Ma non vogliamo
farlo soffrire
una volta tanto
finiamo in bellezza
colorando di bianco
l'attimo nero
della sua sofferenza,
riempiamogli pure il bicchiere
spostiamo le parole
dalla punta della lingua
all'inizio del cuore,
ha scoperto l'amore,
ha detto ti amo,
le ha preso la mano,
e poi concludiamo qui
per non essere curiosi,
eravamo di passaggio,
non abbiamo visto nulla,
sentito beh... qualcosa
il profumo di una rosa
e il rumore di un bacio
solamente,
e il resto non e' cosa nostra,
la canzone questa volta
da altri e' stata composta,
parlava d'amore
come sempre
tutto il resto e' niente.
Amore,
amore solamente.