DOPO DI TE

 

Uomo fango, uomo terra
che il vento solleva
e abbandona sulle spiagge lontane,
sui monti innevati,
tu vivi.
Uomo sangue, uomo martire
tu vivi
e muori correndo all'assalto
di trincee
scavate col sudore
ed altro sangue
di un tuo nemico maledetto....
che va ucciso.
Uomo assassino
perchč non t'hanno insegnato
che un nemico morto
č un amico di meno,
un fratello perduto.
Ed allora corri
lanciando il tuo grido di guerra
il tuo "amen"
dell'ultimo minuto.
Uomo seme
figlio della natura
essi non sanno
dove t'hanno sepolto,
hanno smarrito il tuo corpo,
migliaia di corpi
che seminano i prati
e fiori...
migliaia di fiori
son nati.
Uomo terra
dopo di te
un fiore
che una mano d'uomo
strapperā
soltanto per sentirne l'odore.