SUSSULTO

 

La penna disse al tasto
su... fammi un po' di posto
lo so, sono invecchiata
ma ho fatto il mio dovere
cuori ho rallegrato
amori ho ridestato
nonostante qualche macchia
che, d'inchiostro, ho rilasciato.
Tu tracci sullo schermo
ci che dal cuor giungeva
alla mia punta, amore,
si, la stessa parola
che insieme abbiamo formato,
lo vedi, guarda...
il fine ci accomuna
ed il resto... il resto niente,
siamo solo strumenti,
di noi si sono serviti,
strumenti
e tu lo sei ancora,
il resto non negare
il risultato
d'uno sguardo infocato,
d'un battito del cuore
che ci spinge,
tu caro tasto ed io
vecchia penna nel cassetto
a ricomporre prontamente
l'unica parola che conta,
la parola amore.